top of page
  • Micaela

Come scegliere la temperatura della luce corretta?

Sul mercato, sono presenti diverse tonalità di luce ed è molto importante scegliere quella corretta per ogni utilizzo.

Una scelta sbagliata di tale temperatura di colore, potrebbe compromettere la qualità di comfort dell'ambiente.


La scelta della temperatura della luce dipende dall'uso e dal contesto in cui si vuole utilizzare la luce. In generale, la temperatura della luce viene misurata in gradi Kelvin (K) e può essere suddivisa in tre categorie principali: luce calda, luce neutra e luce fredda.

Ecco alcuni suggerimenti per scegliere la temperatura della luce giusta:

  • Luce calda (meno di 3000K): questa temperatura della luce ha un sottotono giallo/rosso e crea un'atmosfera accogliente e rilassante. È ideale per le camere da letto, le sale da pranzo e i soggiorni, dove si vuole creare un'atmosfera calda e invitante.

  • Luce neutra (tra 3000K e 4000K): questa, invece, ha un colore bianco e crea un'atmosfera luminosa e vivace. È ideale per le cucine, i bagni e gli uffici, dove si ha bisogno di una buona illuminazione per lavorare.

  • Luce fredda (più di 4000K): quest'ultima, ha un sottotono blu e crea un'atmosfera molto luminosa e fredda. È ideale per le aree di lavoro, come le officine e i garage ma anche luoghi come ospedali, dove si ha bisogno di una forte illuminazione per svolgere le attività.


Lampade con luce da fredda a calda

Ricorda che la scelta della temperatura della luce dipende dal tuo gusto personale e dalle tue esigenze specifiche. Assicurati di considerare l'effetto che vuoi creare e il contesto in cui utilizzerai la luce prima di effettuare la scelta.

65 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page